RicominCiamo!

Sono passati tre mesi dalla triste sentenza del torneo di serie B, poco più di due dal cambio ai vertici societari con Joseph Oughourlianche ha rilevato dalla famiglia Bonetto la maggioranza delle quote societarie, un mese e mezzo dalla definitiva caduta della speranza di un possibile ripescaggio nella cadetteria legato alle varie irregolarità finanziarie di alcune formazioni.

Ed oggi rieccoci alla prova dell’Euganeo alle prime battute di un torneo di quella serie C che solo due stagioni or sono ci ha visti disputare un campionato da protagonisti culminato con un memorabile primo posto. Oggi siamo ancora qui in un torneo che si annuncia più complicato e ricco di avversarie temibili rispetto a quel precedente ma ci piace il fatto che lo spirito che percepiamo in tutto l’ambiente è quello di chi intende nuovamente essere protagonista.

A Verona nella vincente partita di esordio pur respirando un clima che per molti versi ci ricordava i tempi della cavalcata vincente in serie D, abbiamo visto quanti tifosi (e sarebbero stati ben di più se fosse stato disponibile un numero maggiore di biglietti) hanno seguito la squadra e quanto affetto già nutrono per le tante facce nuove viste sul terreno di gioco.

Salvatore Sullo il condottiero di questo Padova completamente rinnovato domenica dopo la vittoria di Verona ha detto di essersi emozionato e che la squadra ha il dovere di essere protagonista affermando più o meno quello che avrebbe potuto dire un tifoso sugli spalti e dimostrando di essersi già perfettamente calato nel ruolo e nell’ambiente. Questo è lo spirito che ci piace, quello che vorremmo rivedere di domenica in domenica in un cammino che ci porti a recuperare il ruolo di primo piano che il biancoscudo merita e quella credibilità troppe volte gettata al vento nella sciagurata passata stagione.

Se il buongiorno si vede dal mattino, dal nuovo assetto societario a quello tecnico, questa squadra ci darà delle soddisfazioni importanti e ci farà emozionare così come invocato dal tecnico, l’importante è crederci tutti e saper anche aspettare la sua progressiva crescita.

Domenica arriva il Fano e guai ad illudersi che sarà una passeggiata, ma siamo certi che l’Euganeo saprà accogliere l’esordio biancoscudato con una cornice adeguata e tanta voglia di spingere la squadra a conquistare altri tre preziosissimi punti.

Forza Padova!!!

Giorgio Miola