FORZA PADOVA…NONOSTANTE TUTTO!

Una serata all’insegna della fede incrollabile per il Biancoscudo anche se è passata soltanto una settimana da una delle delusioni più cocenti della recente storia calcistica nostrana. Siamo entrati nella storia passando per la porta sbagliata, questo uno delle considerazioni più amare per commentare il cammino di una stagione per certi versi irripetibile con un campionato condotto sempre in testa e finito con 79 punti, uno in meno di quelli che sarebbero serviti per bloccare le ambizioni del Perugia e il suo esile vantaggio nella differenza reti negli scontri diretti. E poi i playoff condotti fino all’ultimo rigore, quello che ha permesso all’Alessandria, di sottrarci immeritatamente l’ultima poltrona per la B.

Nonostante tutto, l’ACB Mario Merighi ha voluto ritrovarsi lo stesso per ricordare una stagione veramente irripetibile, non solo per il risultato, ma anche per lo strano modo imposto dall’epidemia di Covid 19 che  ha costretto il tifoso doc a vivere quasi sempre lontano dal rettangolo di gioco. 

Per questo motivo e per ribadire la voglia di una tifoseria sempre più compatta, al bocciodromo di via Vermigli sede dell’incontro, sono stati invitati anche i rappresentanti del club Amissi e di Appartenenza Biancoscudata tutti reduci dalla sfortunata trasferta in terra piemontese. Ospiti della serata anche l’assessore allo sport Diego Bonavina e le giornaliste Martina Moscato di Telenuovo ed Elisabetta Corazza di Tv7 Triveneta che nel corso della serata ha effettuato alcuni collegamenti in diretta per raccontare l’umore dei presenti.

Diego Bonavina intervenuto per un saluto ha auspicato che nonostante l’amaro finale di stagione la società non disperda quanto di buono è stato fatto e compia, nel segno della continuità, gli interventi necessari per centrare l’obiettivo il prossimo anno, mentre Gianfranco Borsatti, presidente dell’Acb ha sottolineato il grande cuore di una tifoseria che nonostante le avversità guarda sempre con grande entusiasmo al futuro ed è pronta ad affrontare fin da subitole nuove sfide mettendosi subito alle spalle questo amaro finale di stagione

Per il resto, ad allietare oltre una cinquantina di partecipanti ci ha pensato l’ottimo menù preparato da Monica e il suo staff, che tutti si augurano possa essere l’antipasto di una stagione ricca di successi e soprattutto all’insegna della convivialità dentro e fuori dagli stadi.

                                                                                                                                                                                                              Giorgio Miola